Vermentino Riviera Ligure di Ponente DOC


Gradazione alcolica minima – 11%

Temperatura di servizio 10-12 °C

Abbinamenti

Preparazioni di pesce anche saporite, verdure gratinate e ripiene, formaggi di media stagionatura, trenette al pesto, pansotti, stoccafisso.

Il vino si presenta di colore giallo paglierino con possibili riflessi dorati e verdini, odore ampio, intenso, con sentori di pesca matura e di fiori di campo freschi, il sapore è morbido, di buona persistenza e di grande personalità, con sfumature che richiamano il gusto della mandorla.


La DOC Riviera Ligure di Ponente ha come zona di produzione le province di Imperia, Savona e parte di quella di Genova.

A seconda dell’area di produzione può essere riportata in etichetta una delle seguenti sotto denominazioni, Riviera dei Fiori, Albenga, Albenghese, Finale o Finalese.

La DOC comprende diverse tipologie di vino, Pigato, bianco di buona struttura, Vermentino, bianco elegante, Rossese, rosso gustoso e relativamente leggero.

Riviera Ligure di Ponente Pigato DOC

In accordo con il detto ligure che le novità sono sempre arrivate dal mare, pare che dal mare sia giunto anche il Pigato, vitigno a bacca bianca di origine greca.

L’insolito nome potrebbe derivare dal termine dialettale pigau, ossia “punteggiato”, in quanto g acini si presentano tempestati da puntini marroni.

Potrebbe però derivare dal latino picatum (da pix-picis), vale a dire la sostanza resinosa che rivestiva l’interno delle anfore adibite alla conservazione del vino.

In Liguria questo vitigno ha saputo esprimersi davvero al meglio, il Pigato ha raggiunto una certa notorietà solo negli anni Ottanta, quando cioè ha conseguito la DOC assumendo la denominazione Riviera Ligure di Ponente Pigato.

Il vino deve essere prodotto con l’omonimo vitigno (minimo 95%).

È un vino fresco ma di buona struttura, da bersi giovane, mediamente entro 1 o 2 anni dalla vendemmia.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *