Puzzone di Moena


Zona di produzione – Valle di Fassa e Valle di Fiemme in provincia di Trento.

Abbinamento

Formaggio da tavola da gustare con polenta o utilizzare per creare ripieni; si abbina a vini rossi di buona persistenza aromatica e struttura.

Ottimo formaggio da tavola, si serve con polenta grigliata o guarnito con fiocchi di patate.

Si impiega anche nella produzione di tortelli e, per estensione, di cannelloni al formaggio.


Formaggio dal sapore avvolgente e dalla consistenza fondente, il Puzzone di Moena, conosciuto anche con il nome di Spretz Tzaorì (formaggio saporito) e legato ai comuni di Moena e Campitello di Fassa, si ottiene da latte vaccino riscaldato a una temperatura di 34 °C e fatto coagulare con caglio bovino.

Dopo la rottura della cagliata, la massa viene spurgata, posta in fascere e quindi sottoposta a salatura in salamoia per 3-4 giorni.

Dopo un periodo di maturazione di circa 3 mesi, ha luogo la stagionatura, che può protrarsi fino a 1 anno.

All’acquisto il Puzzone di Moena si presenta in forme cilindriche di circa 9 chilogrammi di peso.

Ha crosta elastica e non molto spessa; la pasta interna è paglierina e morbida, con occhiatura non uniforme; il profumo è complesso e persistente; il sapore tende al dolce, ma nelle forme stagionate a lungo acquisisce note piccanti.