PREPARARE I MOLLUSCHI COZZE VONGOLE E CAPESANTE


Il bisso delie cozze

Togliete il bisso delle cozze solo poco prima della cottura, altrimenti si apriranno anticipatamente. Questa operazione non è necessaria se dopo la cottura le cozze vengono sgusciate.

Le frange delle capesante Le frange delle capesante possono essere utilizzate per la preparazione di salse a base di frutti di mare.


Pulire cozze e vongole

Scartate le conchiglie aperte e rotte. Per la pulizia delle cozze eliminate il bisso, cioè la “barbetta” con la quale esse si attaccano allo scoglio.

Se le conchiglie sono sporche, grattatele con un coltellino, quindi lavatele in acqua corrente fredda, muovendole vigorosamente con le mani.

Ripetete l’operazione fino a quando l’acqua di lavaggio sarà completamente pulita, quindi sgocciolatele.

Per la pulizia delle conchiglie che vivono su fondi sabbiosi, per esempio le vongole e i fasolari, è opportuno procedere alla spurgatura, per eliminare tutte le impurità contenute al loro interno, dovete semplicemente lasciare le conchiglie a bagno in acqua fredda salata per almeno 1 ora, quindi procedete al lavaggio.

Aprire le capesante

Afferrate la capasanta con un panno ripiegato, quindi introducete la lama di un coltello per sfilettare tra le due valve: forzate leggermente l’apertura e con il coltello staccate il mollusco dalla parte piatta della conchiglia, che a questo punto si aprirà facilmente.

Staccate il mollusco anche dalla parte concava, separate quindi con cura la noce e il corallo dalle frange e dalle parti nere.

Lavate le due parti pregiate della capasanta più volte sotto acqua corrente fredda, per eliminare ogni traccia di sabbia; lasciatele a bagno in acqua salata fredda per 15 minuti per farle spurgare, quindi sgocciolatele e asciugatele.

Se desiderate presentare il mollusco nel suo guscio, lavate la conchiglia concava e fatela bollire 10 minuti con un pizzico di bicarbonato e sale, quindi risciacquatela.