Pesto alla Genovese


Ingredienti

50 g di foglie di basilico ligure • 50 g di pinoli sgusciati • 30 g di parmigiano grattugiato 30 g di Pecorino Sardo • 2 dl di olio extravergine di oliva • 1 spicchio d’aglio • sale grosso.

Oggi per preparare il pesto si utilizza quasi sempre il robot da cucina, in questo caso, occorre prestare attenzione a non surriscaldare la salsa che perderebbe inevitabilmente gran parte degli aromi e il bel colore, un valido accorgimento è raffreddare la bacinella e tutti gli ingredienti prima di iniziare la frullatura, che non dovrà comunque essere eccessivamente prolungata, nel passato si preparava in un pistello di marmo, qualcuno adopera ancora oggi.


Il pesto alla genovese, uno dei condimenti italiani più conosciuti e apprezzati nel mondo, ha in realtà origini esotiche, il basilico cuore di questa preparazione è infatti una pianta antichissima proveniente dall’Asia tropicale e dall’Africa, importata in Europa dagli inglesi.

È l’accompagnamento ideale per le trenette, ma anche per trofie, tagliolini e lasagne.

Mettete in un mortaio un pizzico di sale grosso, l’aglio pelato e le foglie di basilico pulite, con il pestello schiacciate gli ingredienti, compiendo un movimento rotatorio, aggiungete i pinoli e continuate a pestare.

Unite infine gradualmente i due formaggi.

Quando il composto è fine e omogeneo, incorporate l’olio a filo, sempre mescolando, fino a ottenere una salsa cremosa.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *