Pecorino di Monte Poro


Zona di produzione – Provincia di Vibo Valentia.

Abbinamento

Se giovane, si serve con verdure e si abbina a vini bianchi secchi profumati; se stagionato, va abbinato a vini rossi di medio corpo.

Fresco o mediamente stagionato, il Pecorino di Monte Poro è un formaggio da tavola, ottimo al naturale o alla griglia, accompagnato da verdure crude o cotte; se affinato a lungo insaporisce altre preparazioni, soprattutto primi piatti.


Il Pecorino di Monte Poro è considerato tra i migliori pecorini dell’Italia meridionale.

La lunga tradizione nell’allevamento ovino, praticato nella zona da tempo immemorabile, le particolari tecniche produttive e la ricchezza dei pascoli sono tutti fattori che permettono di produrre formaggi caratterizzati da sapore e aroma particolarmente ampi.

Per confezionare questo formaggio si utilizza latte ovino ottenuto da pecore di razze locali; al latte, precedentemente scaldato, viene aggiunto il caglio perché possa coagulare; la cagliata viene poi rotta e separata dal siero.

La massa casearia viene quindi pressata negli stampi e salata.

La stagionatura ha durata variabile, più o meno lunga a seconda che si voglia ottenere un prodotto fresco, dal sapore delicato, o un formaggio più sapido e piccante.

Se poco stagionato, il Pecorine di Monte Poro ha crosta di colore giallo, elastica e non tropo: spessa; la sua pasta è paglierina e tenera; il profumo è delicate sapore, dolce, presenta ricordi di latte e pascoli.

Se affinato pe’ lungo tempo, ha crosta spessa di colore giallo intenso tendente; rossiccio; la pasta è consistente e paglierina; il profumo è aromatico; il sapore è deciso, pungente e sapido.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *