Pasta in Brodo


Ingredienti per 4 persone

200 g di farina • 2 uova • 1,2 I di brodo di carne • 40 g di Pecorino Abruzzese fresco, grattugiato • 30 g di lardo • 30 g di guanciale • 1 rametto di rosmarino • sale • pepe in grani • farina per la spianatoia.


Setacciate la farina sulla spianatoia, fate la fontana e al centro mettete una presa di sale e sgusciate le uova, iniziate ad amalgamarle tra loro con la punta delle dita, poi incorporate la farina, poca alla volta, se occorre aggiungete un filo di acqua e iniziate a impastare a piene mani, lavorando molto energicamente fino a ottenere una pasta liscia, soda ed elastica, formate una palla, avvolgetela nella pellicola trasparente e fatela riposare per 30 minuti.

Stendete la pasta con il matterello sulla spianatoia infarinata in sfoglie sottili, tagliatela a strisce larghe 3 cm circa, che poi taglierete ulteriormente a rettangoli irregolari.

Riscaldate il brodo portandolo a ebollizione.

Tritate il lardo e guanciale, quindi rosolateli insieme con gli aghi di rosmarino in una padella antiaderente senza aggiungere altro condimento.

Versate il soffritto nel brodo bollente insieme alla pasta, cuocete per pochi minuti e servite spolverizzando di pecorino e abbondante pepe macinato al momento.

Il guanciale, ossia la guancia del maiale, è costituita da strati di grasso e di carne e può ricordare la pancetta, è però un salume più raro, più ricercato e di maggior pregio.

Viene utilizzato soprattutto nelle regioni dell’Italia centrale, mentre nel Nord, per quanto non manchi una solida cultura della salumeria, è raro e viene sostituito regolarmente dalla pancetta tesa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *