Pane Carasau Cotto alla Sarda


Ingredienti per 4 persone

300 g di pane carasau • 300 g di salsa di pomodoro • 100 g di Pecorino Sardo stagionato • 4 uova • 2 spicchi di aglio • olio extravergine di oliva • aceto • sale • pepe.

Per l’impasto del pane carasau (detto anche “carta da musica” si utilizzano solo farina di frumento, semola, lievito e acqua.

La sfoglia, stesa molto sottile e tonda, viene cotta nel tradizionale forno a campana di mattoni.


In un largo tegame fate rosolare gli spicchi di aglio sbucciati nell’olio; non appena saranno dorati, aggiungete la salsa di pomodoro, regolate di sale e pepe e cuocete per 15 minuti.

Nel frattempo, rompete il pane carasau in grossi pezzi; versate in una ciotola a bordi alti dell’acqua bollente e immergetevi per qualche minuto i pezzi di pane.

Prelevateli con il mestolo forato e suddivideteli nei piatti singoli.

Portate a ebollizione abbondante acqua salata in una casseruola insieme con 1 cucchiaio di aceto; sgusciatevi le uova, una alla volta, e fatele cuocere per circa 3 minuti, avendo cura di ripiegare l’albume sopra ogni tuorlo con un cucchiaio.

Scolatele aiutandovi con il mestolo forato e tenetele in caldo.

Distribuite il sugo sul pane, cospargete con il pecorino grattugiato e completate con l’uovo “in camicia”.

Profumate a piacere con altro pepe e servite molto caldo.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *