Pane Carasau con Scamorza


Ingredienti per 2 persone

2 fogli di pane carasau • 100 g di scamorza affumicata • 5-6 patate novelle • 2 cipolle bianche • 2 pomodori • origano essiccato • olio extravergine di oliva • sale • pepe.

II pane carasau, chiamato anche “carta musica” per il suo aspetto di pergamena, è una sfoglia sottilissima e friabile a base di farina di grano duro, sale, lievito e acqua, cotta nel tradizionale forno a campana di mattoni.

In Sardegna, e in particolare nel Nuorese e nel Sassarese, dove trova le sue origini, è il “pane” per eccellenza, antico quanto la transumanza, la sua lunga conservazione lo rendeva infatti l’elemento base, insieme con il formaggio pecorino, dell’alimentazione dei pastori.


Lavate bene le patate e lessatele per circa 20 minuti, scolandole al dente.

Fatele raffreddare e tagliatele, senza sbucciarle, a fette sottili. Sbucciate le cipolle e affettatele finemente.

Adagiate i fogli di pane carasau sui piatti da portata e pennellatene la superficie con un poco di olio, quindi distribuitevi sopra patate e cipolle.

Affettate sottilmente la scamorza e adagiate le fettine sul pane carasau.

Condite con una presa di sale e una generosa macinata di pepe; spolverizzate con mezzo cucchiaino di origano e passate per 5 minuti in forno alla temperatura massima.

Nel frattempo, lavate i pomodori e privateli dei semi, tagliateli a tocchetti e distribuiteli sul pane carasau ancora caldo.

Irrorate con un filo di olio a crudo e servite subito in tavola.