Olio Extravergine di Oliva Toscana Dop


All’intera produzione toscana di Olio Extravergine di Oliva è stata riconosciuta l’IGP, mentre le produzioni chiantigiane, senesi e lucchesi si fregiano della DOP e, con tutta probabilità, ben presto altre si uniranno a queste.


L’olio toscano varia per intensità da zona a zona, per cui possono esservi produzioni segnatamente intense, quasi pungenti, e altre più chiare e delicate.

Il retrogusto talvolta amaro non è un difetto, bensì una caratteristica identificante di alcuni oli, molto saporiti grazie all’aromaticità delle olive di provenienza.

Il gusto dell’olio varia anche in funzione della maturazione delle olive e del tempo trascorso tra imbottigliamento e consumo.

Le olive sono raccolte a mano, direttamente dalla pianta, e conservate in locali freschi e aerati prima di essere portate nei frantoi per la lavorazione, che viene svolta a temperature basse, tenute sotto costante controllo.

Olio Extravergine di Oliva Chianti Classico DOP

Si ottiene prevalentemente con olive delle varietà Frantoio, Correggiolo, Moraiolo e Leccino.

Possiede colore verde intenso e odore fruttato e vegetale; il sapore è invece leggermente piccante e amaro, con note che ricordano il carciofo.

Olio Extravergine di Oliva Colline di Firenze

Per questo olio concorrono sole o congiunte, le varietà locali Frantoio, Moraiolo, Leccino e Pendolino.

Possiede colore verde giallognolo; il profumo è fruttato, vegetale,