Olio Extravergine di Oliva Riviera Ligure DOP


Zona di produzione – Province di Imperia, Genova, La Spezia e Savona.

Abbinamento

Noto per la sua delicatezza, è particolarmente indicato per condire piatti leggeri come insalate, verdure cotte, preparazioni a base di pesce e primi piatti di pasta.


La coltura dell’olivo in Liguria è attestata fin dall’epoca romana; proseguì e crebbe nei secoli successivi fino ad arrivare al Settecento, periodo in cui cominciò ad assumere i tratti tipici della monocoltura.

Ma solo nell’Ottocento guadagnò la sua espansione definitiva e l’acquisizione di una notorietà commerciale.

Ancora oggi portata avanti in maniera tradizionale, l’olivo coltura ligure si identifica soprattutto con l’Olio Extravergine di Oliva Riviera Ligure, commercializzato con le seguenti sotto denominazioni, Riviera dei Fiori, Riviera del Ponente Savonese e Riviera di Levante. Riviera dei Fiori DOP

Ottenuto con il 90% di olive della varietà Taggiasca, si presenta di colore dorato, con profumo che ricorda l’oliva matura e sapore fruttato e dolce.

Riviera del Ponente Savonese DOP

Nell’olio Riviera del Ponente Savonese la percentuale minima dell’oliva Taggiasca scende al 60% e per la rimanente parte possono concorrere frutti di altre varietà.

Ha riflessi tendenti al verdognolo, profumo fruttato e vegetale e sapore decisamente dolce.

Riviera di Levante DOP

Il Riviera di Levante è prodotto con olive delle cultivar Lavagnina, Razzola e Pignola, da sole o congiuntamente (minimo 65%).

L’olio ottenuto si presenta di colore verde dorato, con profumo dell’oliva matura e sapore fruttato e dolce, dotato di un leggero fondo amarognolo e piccante.