OLIO EXTRAVERGINE D’OLIVA DEL LAZIO 

 

Zona di produzione, tutte le province della regione, con l’esclusione dei territori montani.

 Abbinamento

Piacevole da gustare a crudo, con pane casereccio, è ottimo anche come condimento, a crudo e in cottura, per verdure, bruschette, insalate, pesci, carni, minestre, zuppe e primi piatti.Si usa inoltre per emulsionare, salse, sughi e intingoli.

La coltivazione dell’olivo in Lazio ha origini antichissime, tanto che l’olio locale veniva già decantato da Catone e Orazio. Sebbene venisse prodotto in epoca precedente dagli Etruschi, furono i Romani a rendere sistematica la coltivazione e la lavorazione delle olive, si pensi che distinguevano ben cinque qualità di olio differenti, dal più pregiato, prodotto con le olive migliori, a quello scadente, destinato agli schiavi e proveniente da olive bacate. Numerose le cultivazioni presenti in regione, che danno vita a oli molto diversi tra loro, anche in relazione al tipo di terreno in cui crescono le piante e all’altitudine. Si hanno così oli dal colore verde smeraldo e altri che tendono al giallo dorato, il sapore può spaziare da dolce e aromatico, vellutato, a produzioni più intense, con gusto fruttato e deciso, anche con retrogusto amarognolo e piccante.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *