Mela della Val di Non DOP


Zona di produzione – Provincia di Trento

Abbinamento

Da consumare al naturale o impiegata per preparare dolci e accompagnare secondi di carne, si abbina a vini leggermente dolci e aromatici.

Alimento versatile, la Mela della Val di Non si può consumare al naturale, cotta al forno, oppure impiegare nella preparazione di crostate, frittelle e strudel. Nella cucina salata accompagna preparazioni di maiale in umido o affianca arrosti di maiale e cacciagione.


Tradizionalmente legata alla valle trentina, la coltivazione della Mela della Val di Non ha un passato antico che ha lasciato traccia di sé in numerose fonti storiche, elementi toponomastici, culturali e artistici.

In effetti, la zona di produzione rappresenta un habitat ideale per via della particolare composizione dei terreni e della conformazione climatica, che incide positivamente sulle caratteristiche organolettiche dei frutti.

Si distingue nelle varietà Golden Delicious, Renetta Canada e Red Delicious.

La prima presenta colore giallo o verde ed è croccante, succosa, definita dal caratteristico sapore leggermente acidulo.

La Red Delicious ha colore rosso, consistenza carnosa e sapore dolce.

Infine la Renetta Canada è gialla o verde, con polpa croccante o pastosa, di sapore acidulo o dolce a seconda del momento in cui viene consumata.

La coltivazione è di tipo tradizionale e viene effettuata in armonia con l’ambiente circostante.

La raccolta delle mele, svolta rigorosamente a mano tra agosto e novembre, assume la forma di un rito collettivo coinvolgendo, oltre agli operatori del settore, anche persone accomunate dalla volontà di partecipare a un evento di aggregazione sociale particolarmente sentito.

Una volta raccolte, le mele vengono divise a seconda del peso e della qualità e quindi avviate alla commercializzazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *