Maccheroni alla Pesarese


Ingredienti per 4 persone

350 g di maccheroni • 1 piccolo Tartufo nero di Acqualagna • 80 g di grana grattugiato • sale • burro per la pirofila.

Per la besciamella

50 g di burro • 30 g di farina • 1/2 I di latte • noce moscata • sale.

Esistono due varietà di tartufo, uno che matura da metà novembre a metà marzo, l’altro da maggio all’autunno.

Il primo, il cosiddetto “tartufo nero pregiato”, è aromatico, ben digeribile e il suo sapore viene esaltato con la cottura, mentre il secondo possiede un debole profumo di fungo ed è meno stimato.


Preparate la besciamella, fate sciogliere il burro in un tegamino, quindi unite la farina versandola a pioggia e lasciate cuocere per qualche minuto, mescolando continuamente, fino a quando il composto avrà assunto un delicato color nocciola chiaro.

Versate a filo il latte caldo e portate a ebollizione, poi regolate di sale, profumate con una generosa presa di noce moscata grattugiata, quindi fate cuocere per 5 minuti, sempre mescolando.

Portate a ebollizione abbondante acqua, salatela e cuocete i maccheroni, scolandoli al dente.

Versateli in una zuppiera, conditeli con la besciamella, profumate con il tartufo tagliato a lamelle sottilissime e mescolate bene il tutto.

Imburrate una pirofila, versatevi i maccheroni così conditi, cospargete di grana e infornate a 180 °C per circa 10 minuti, facendo attenzione che la superficie non diventi troppo dorata.

Sfornate e servite subito.