Gnocchi di Patate


Ingredienti

1 kg di patate farinose • 250 g di farina di tipo 00 • noce moscata • sale fino.

Per prima cosa cercate di utilizzare la minor quantità di farina possibile, poiché più gli gnocchi sono morbidi, più risultano gradevoli al palato.

Prestate però attenzione a non ammorbidirli troppo.


Se la qualità delle patate non è ideale per gli gnocchi, o se vi servite di patate raccolte da poco, dopo la cottura è meglio metterle in forno per qualche minuto, perché perdano umidità.

Potete anche aggiungere un uovo e un po’ di fecola, per conferire maggiore tenuta all’impasto.

Per passare le patate, non usate il passaverdure, che renderebbe la purea collosa.

Se gli gnocchi sono preparati in anticipo, dovete sbianchirli, raffreddarli rapidamente in acqua e latte, stenderli in una teglia e ungerli con olio, il risultato però non sarà altrettanto soddisfacente, poiché, se riscaldati una seconda volta nell’acqua bollente, tenderanno a disfarsi.


Gli gnocchi sono gli antenati delle paste alimentari.

Un tempo venivano realizzati con farina e acqua e modellati solo dopo la cottura; in seguito vennero realizzati anche con le castagne.

Solo ne XIX secolo si iniziarono a utilizzare le patate, che ben presto soppiantarono gli altri ingredienti per gli gnocchi.

Lavate le patate, mettetele in una pentola con acqua fredda e, una volta portata l’acqua a bollore, lasciatele cuocere; fate attenzione però a non cuocerle troppo, per evitare che trattengano una quantità eccessiva di acqua.

Pelatele e passatele allo schiacciapatate oppure al setaccio, raccogliendole sopra una spianatoia o su un tavolo di marmo; aggiungete quindi gli altri ingredienti e impastate velocemente il composto, poiché una lavorazione troppo lunga renderebbe l’impasto colloso.

Dividete l’impasto in pezzetti e formate sulla spianatoia leggermente infarinata, alcuni bastoncini.

Tagliate i bastoncini a tocchetti lunghi circa 2 cm.

Fate scivolare i pezzetti sulla parte interna di una grattugia o sui rebbi di una forchetta, schiacciandoli leggermente con il pollice.

Infarinate leggermente gli gnocchi per evitare che si attacchino, quindi cuoceteli in abbondante acqua bollente salata, pochi alla volta, non appena vengono a galla, toglieteli delicatamente dalla pentola con mestolo forato; conditeli e serviteli immediatamente, ben caldi.