Casolet della Valcamonica


Zona di produzione – Provincia di Brescia in Lombardia, e provincia di Trento in Trentino-Alto Adige.

Abbinamento

Si abbina a vini bianchi morbidi di media struttura o, se stagionato, a rossi giovani e freschi. È un ottimo formaggio da tavola, da consumare guarnito con insalate novelle, zucchine trifolate, asparagi bolliti, crema di ceci o anche polenta calda.


Il latte vaccino, intero o parzialmente scremato, impiegato per produrre questa specialità della Valcamonica viene in primo luogo scaldato e addizionato di caglio di vitello.

La cagliata ottenuta è successivamente rotta in piccoli granuli, scaldata, mescolata, lasciata riposare, quindi sgrondata e messa nelle fascere.

Le forme vengono poi salate a secco o in salamoia e infine fatte stagionare da un minimo di 2 a un massimo di 12 mesi.

Se ne ricavano forme diverse, anche se la più tipica è triangolare, del peso di 2 chilogrammi.

È dotato di crosta rugosa ricoperta di muffe superficiali, di colore giallognolo o bruno nel caso di invecchiamento prolungato.

La pasta è paglierina tendente al giallo, morbida e leggermente occhiata; il profumo è di latteria e il sapore dolce e delicato, più sapido con il procedere della stagionatura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *