Asti Spumante DOCG


Gradazione alcolica minima – 12%

Temperatura di servizio 6-8 °C

Abbinamenti

Dolci da forno, pasticceria, dolci al cucchiaio.

Si presenta brillante, con colore paglierino o dorato molto tenue, con possibili riflessi verdolini, la spuma è fine, sottile e di buona persistenza, il profumo richiama quello aromatico, fruttato e vegetale delle uve Moscato, il sapore è più o meno dolce, aromatico, con spiccati sentori fruttati.


L’Asti Spumante viene prodotto in 27 comuni della provincia di Asti, 13 del Cuneese e 9 in provincia di Alessandria.

È un vino bianco spumante ottenuto da uve del vitigno Moscato Bianco in purezza ed è una delle 8 DOCG del Piemonte.

Il disciplinare di produzione prevede che le viti siano coltivate esclusivamente su dossi collinari soleggiati, su terreni calcarei o calcareo-argillosi, vietando la coltivazione in zone di fondo valle o pianeggianti.

Tale vitigno ha probabili origini greche.

Nel corso del Medioevo fu molto apprezzato dalla nobiltà, ma trovò la sua fortuna soltanto a partire dagli inizi dell’Età Moderna, quando veniva chiamato “Moscatello” o “Greco”, denominazione che ricordava il Paese da cui era stato importato.

Con tutta probabilità si radicò stabilmente in Piemonte già nel Duecento, ma è solo a partire dal Seicento che se ne possono trovare notizie storiche attendibili.

All’epoca il Moscato aveva in ogni caso caratteristiche organolettiche differenti da quelle attuali.

Nel 1932 è nato ufficialmente il Consorzio per la tutela dell’Asti che da allora si impegna a valorizzare questa tipologia di vino ed è stato anche il promotore della DOCG ottenuta nel 1977.

È un vino da bere giovane, entro 1 anno dalla produzione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *