Alghero Torbato DOC


Gradazione alcolica minima 11%

Temperatura di servizio 8-10 °C

Abbinamenti

Aragosta alla catalana, zuppe di frutti di mare, Pecorino Sardo e Fiore Sardo freschi.

Presenta colore giallo paglierino con riflessi verdini e tonalità dorate; il profumo è leggermente aromatico, caratteristico, definito da buona intensità; il sapore è sapido, armonico, dotato di fondo ammandorlato; i sentori fruttati riproducono l’aromaticità del vitigno.


Attualmente il Torbato genera un vino raro con caratteristiche di unicità.

La pianta giunse in Spagna portata dai mercanti fenici, quindi approdò in Sardegna con l’arrivo degli Spagnoli.

Il vitigno, un tempo coltivato in molte zone del bacino mediterraneo, venne progressivamente abbandonato.

L’Alghero Torbato DOC è prodotto anche nella versione Spumante.

Alghero DOC

La zona di produzione dell’Alghero DOC comprende i comuni di Alghero, Olmedo, Ossi, Tissi, Usini, Uri, Jittiri e parte del comune di Sassari.

È costituita da pianure alternate a dolci colline intensamente coltivate a vite, caratterizzate dalla presenza di terreni di composizione diversa.

Ogni tipo di terreno genera uve, e quindi vini, con differenti peculiarità.

Il clima dell’Algherese, caldo e secco, può ricordare quello africano, le estati sono lunghe, calde e talvolta siccitose, mentre gli inverni sono brevi, miti e piovosi. La zona è battuta dal Maestrale.

Qui, oltre ad altri vini DOC bianchi e rossi, viene prodotto il Torbato, un vino raro e insolito, piacevolmente caratterizzato dalle note aromatiche proprie del vitigno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *